Green Pass sui luoghi di lavoro: chiarezza e soluzioni

Green Pass luoghi di lavoro

Green Pass sui luoghi di lavoro: chiarezza e soluzioni

  posted by: REDAZIONE ITACOM     23 Settembre 2021

Facciamo chiarezza: la normativa

Come noto, sulla Gazzetta ufficiale è stato pubblicato il DECRETO-LEGGE 21 Settembre 2021, n. 127, che prevede, dal 15 ottobre 2021 e  fino al 31 dicembre 2021, al fine di prevenire la diffusione dell’infezione da  SARS-CoV-2, a chiunque svolge una attività lavorativa nel settore pubblico e/o privato è fatto obbligo, ai fini dell’accesso ai luoghi  in  cui  la  predetta  attività è svolta, di possedere e di esibire, su richiesta, la certificazione verde COVID-19.
La disposizione si applica altresì a tutti i soggetti che svolgono, a qualsiasi titolo, la  propria attività lavorativa o di formazione anche sulla base di contratti esterni.

I datori di lavoro sono tenuti a verificare il rispetto delle prescrizioni per l’entrata nel luogo di lavoro. Per i lavoratori esterni la verifica sul rispetto delle prescrizioni è effettuato anche dai rispettivi datori di lavoro.
I datori di lavoro definiscono, entro il 15 ottobre 2021, le modalità operative per  l’organizzazione delle verifiche, anche a campione, prevedendo prioritariamente, ove possibile, che tali controlli siano effettuati al momento dell’accesso ai luoghi di lavoro, e individuano con atto formale i soggetti  incaricati dell’accertamento delle violazioni degli obblighi.

I lavoratori, nel caso in cui comunichino di non essere in possesso della certificazione verde COVID-19 o qualora risultino privi della predetta certificazione al momento dell’accesso al luogo di lavoro, al fine di tutelare la salute e la sicurezza  dei lavoratori  nel luogo di lavoro, sono considerati assenti ingiustificati fino alla presentazione della predetta certificazione e, comunque, non oltre il 31 dicembre  2021, termine di cessazione dello stato di emergenza, senza conseguenze disciplinari e con diritto alla conservazione del rapporto di lavoro.
Per i giorni di assenza ingiustificata non sono  dovuti la retribuzione ne’ altro compenso o emolumento, comunque denominato.

L’accesso di lavoratori ai luoghi di lavoro senza certificazione verde è punito con  la sanzione amministrativa stabilita da 600 a 1.500 euro e restano ferme le conseguenze disciplinari secondo i rispettivi ordinamenti di settore. In caso di assenza di controlli e di mancata adozione delle misure organizzative possono essere sanzionati anche i Datori di Lavoro.

Come organizzarsi per Green Pass e accesso aziendale?

Grazie alle soluzioni Zucchetti è possibile automatizzare la lettura e il controllo del Certificato verde: i terminali Zucchetti infatti sono in grado anche di leggere e verificare la validità del Green Pass*.

Se possiedi già un terminale Zucchetti di controllo accessi compatibile (ZP3, ZP3BIO e ZP4 Glass) è possibile configurare la lettura del Green Pass* attraverso la semplice installazione di un dispositivo aggiuntivo, il QR Box, il lettore QR Code di Zucchetti.

Contattaci se desideri maggiori informazioni!

* Nel rispetto della normativa vigente emanata dal Garante della Privacy, i dati del Green Pass non vengono salvati nel sistema.

Categorie

NEWS

APPROFONDIMENTI

EVENTI

Contatti

Chi siamo

Contattaci

Largo Volontari Vigili del Fuoco 19 S. Angelo Lodigiano (LO)

Orari d'ufficio (Lun-Ven):
8:30 - 12:30 | 14:00 - 18:00

Amministrazione

P: +39 0371 210097 interno 4

E: amministrazione@itacomnet.it

Assistenza Gestionali

P: +39 0371 210097 interno 1

E: assistenza@itacomnet.it

Assistenza HR

P: +39 0371 210097 interno 3

E: assistenzahr@itacomnet.it

Assistenza sistemistica

P: +39 0371 210097 interno 2

E: assistenzahw@itacomnet.it

Assistenza sviluppo

E: sviluppo@itacomnet.it

Cookie Policy

Informativa contratti

Privacy Policy

Iscrizione Evento
Webinar Anticipay | 12 Maggio 2021
Hello there
Iscrizione Evento
Webinar DocFinance | 22 Settembre 2021
Hello there